Nike PhantomVSN

Scroll-in and scroll-out this content to trigger each event. This element will lose and gain opacity accordingly.
Nike PhantomVSN

Come sappiamo tutti è appena terminata la competizione mondiale, dove Nike, come orami accade da più di 20 anni, ha interpretato un ruolo da protagonista. Basti pensare che nella finale tra Francia e Croazia campioni del calibro di Lloris, Varane, Umtiti, Mbappé e Matuidi per i transalpini e Brozovic, Modric, Perisic e Mandzukic per i croati calzavano scarpini dell’azienda di Beaverton.
All’indomani della conclusione di questo torneo Nike ha presentato una nuova silhouette, la PhantomVSN. La vera notizia però è che questa scarpa andrà a sostituire la Magista, modello molto amato dai professionisti, ma che, evidentemente, ha avuto un calo nelle vendite.


E quindi, pronti via, il designer Phil Woodman ha iniziato a pensare a un nuovo scarpino: il suo processo creativo si è sviluppato dall’interno verso l’esterno. Il risultato è una nuova struttura che debutterà nel calcio con le PhantomVSN e presto troverà posto in altre calzature Nike.
“Abbiamo sviluppato una struttura interna in mesh Quadfit che si adatta alla maggior parte dei piedi, che mantiene la sua forma e non si deforma eccessivamente”, afferma Woodman. “Quadfit contiene il piede senza costringere il piede”.
Ma in cosa consiste questa novità? Il Quadfit si comporta meglio di altri materiali perché non ha il bias (distorsione) dello stretch durante i cambi di direzione. Composto da quattro assi di fibre che si adattano al piede del giocatore e forniscono supporto in tutte le direzioni, questa nuova tecnologia migliora le prestazioni grazie all’unicità dell’orientamento delle fibre e alla separazione tra le stesse: gli spazi che si vengono a creare distribuiscono meglio il carico del piede e ne limitano l’attrito.
Altra novità, che parte dalle richieste dei professionisti, è il sistema Ghost Lace, che offre una vestibilità personalizzata per ogni giocatore.
Per migliorare il controllo di palla e la precisione in fase di tiro, i touchpoint Ghost Lace sono stati ridotti al minimo e una costruzione one-pull è stata migliorata per garantire una tensione uniforme lungo tutto il piede. I lacci, già ridotti al minimo nelle sorelle maggiori, in questa silhouette scompaiono per fornire una superficie uniforme. La tomaia Nike Flyknit altamente testurizzata è progettata per offrire un tocco di classe sulla palla.

Domina nell’interno dello scarpino il triangolo mediale che “copre approssimativamente la superficie tra le 3 ossa principali del piede: il calcagno, l’astragalo e la prima testa metatarsale. Quella è l’area che la nostra ricerca ritiene fondamentale per il controllo della palla “, afferma Woodman.
La PhantomVSN è progettata con rivestimento ACC (All Conditions Control) resistente anche alle situazioni climatiche più estreme.
La trazione è leggera e aggressiva, grazie a un piatto ultraleggero a tutta lunghezza, reattivo e dotato di tacchetti multidirezionali per cambi di direzione velocissimi.
La lunga lista di giocatori Nike che stanno pianificando di giocare nel PhantomVSN include, tra i tanti, Philippe Coutinho e Kevin De Bruyne.

Leave a Comment