Flywire

Scroll-in and scroll-out this content to trigger each event. This element will lose and gain opacity accordingly.

La tecnologia Flywire è stata creata da Jay Meschter, Director of Innovation di Nike. Il suo obiettivo era quello di dare alla luce una struttura di supporto ultraresistente e incredibilmente leggera. Infatti egli cominciò col prendere un oggetto a forma di piede (usato per disegnare le scarpe) e col segnare i punti di maggiore stress, dove una scarpa ha bisogno di maggior sostegno per il piede. Meschter quindi decise che questi punti potevano essere contenuti e legati da fibre leggere, ma super resistenti, in modo da sostenere il piede nei punti chiave, invece di utilizzare strati di materiale che supportassero l’intero piede. Non fu certamente il primo a pensare ad una soluzione di questo tipo: basti pensare che già Adi (Adolph all’anagrafe) Dassler nel 1949 aggiunse 3 strisce rinforzanti alla sua scarpa da corsa in tela. Il resto è storia.

La tecnologia Flywire trae ispirazione dai ponti a sospensione: come le funi sospese che sostengono una strada, i cavi Flywire strategicamente posizionati offrono il massimo supporto nelle zone chiave. Il problema a questo punto era quale materiale utilizzare che rispettasse le qualità di resistenza e leggerezza. Dopo vari tentativi si optò per il Vectran: leggero, flessibile e con un’elevata resistenza alla trazione e allo stress (cinque volte più forte dell’acciaio), il Vectran è stato anche utilizzato dalla NASA e nei pneumatici per biciclette. Dal 2008 le scarpe contenenti Flywire sono diventate disponibili per l’acquisto.

Quali sono i vantaggi di questa tecnologia? Punto di forza sicuramente l’incredibile aderenza e adattabilità: quando tiri i lacci, i cavi vengono stretti e avvolgono il piede assicurando il giusto supporto contenitivo e adattandosi perfettamente ai tuoi movimenti. A seconda della scarpa, i cavi possono fluttuare liberamente oppure muoversi in canali appositamente integrati nella tomaia. Inoltre i cavi singoli offrono un sostegno mirato, essendo pensati per gestire al meglio il massimo stress ad andature intense e a movimenti multidirezionali.
Le più recenti versioni della tecnologia Flywire sono più robuste, mentre alcune si integrano a fasce a strappo al posto dei lacci. Ma la vera innovazione è la loro “liberazione”. Non più vincolati alla tomaia, possono muoversi liberamente per garantire un supporto adattabile e sostenere il piede come mai prima d’ora.

La tecnologia Flywire è utilizzata su tutte le calzature Nike, dalla pallacanestro alla corsa, dal training al calcio, dal baseball al tennis, ed è stato utilizzato anche per l’abbigliamento sportivo. Inoltre è stato impiegato anche sui modelli signature di alcuni dei più grandi nomi dello sport, tra cui LeBron James, Tiger Woods e Roger Federer.